Quando si fanno certe esplorazioni solo per sapere se in un determinato fiume o torrente c’è oro, non serve portarsi dietro tutta l’attrezzatura, specialmente quando non si sa quanto bisogna camminare, portarsi dietro pesi inutili non ha senso.

Quindi la canaletta la lasciamo a casa e ci portiamo dietro uno strumento pratico e comodo per fare assaggi.

Solitamente è sufficiente una batea, un setaccio e un secchio e un attrezzo per scavare.

I miei studi mi hanno portato a cercare un’alternativa ancora più pratica, non perchè la Batea non va bene, anzi è il miglior strumento di un cercatore, ma per ottimizzare la ricerca in modi più rapidi e funzionali.

Quindi le mie ricerche si sono concentrate sul comportamento di un liquido con un fluido pesante per simulare l’oro dove si deposita, in questo breve video si nota che tendenzialmente punta verso il centro del vortice.

Poi son passato a un modellino da testare con una vera corrente.

Alla fine ho testato le conoscenze acquisite per realizzare un prototipo con una bottiglia di plastica.

 

Nel video non si nota bene, ma ho creato delle aperture laterali che immergendo la bottiglia creano un vortice d’acqua sempre nella stessa direzione.  Nel sollevare la bottiglia, dei fori fungono da via di fuga dell’acqua con relativo deposito e sistemazione del materiale.  Dopo varie immersioni pian piano il materiale pesante si deposita in fondo alla bottiglia.

Questo è un principio interessante che può essere preso come spunto per qualche vostro esperimento.


Scheda dell'autore

Pin It