Altri reperti e scoperte nel cuore della Miniera d'oro in Valle Antrona

 

Luogo Selvaggio e di incantevole bellezza, la Valle Antrona cela nel suo sottosuolo Km. di Antiche Gallerie Minerarie ancora inesplorate


La ricerca di questa miniera li ha fatti spingere oltre ruscelli, zone boschive senza sentieri e pareti di roccia, seguendo le traccie dei manufatti che i minatori si sono lasciati alle spalle cent'anni or sono.
Dopo buchi nella roccia e ruderi sono arrivate le scoperte piu interessanti, come binari, resti di tubazioni di differenti diametri e isolanti ceramici per i cavi a 12'000 volt che dal paese 1000 metri più in basso arrivavano alla miniera.
La Valle Antrona regala ogni volta panorami e scoperte fantastiche a chi ha il coraggio e le conoscenze per guadagnarsele...


In questa miniera, scoperta con gran dispendio di fatica e tempo ed esplorata dal team UNDERGROUND ADVENTURES per la prima volta dall'abbandono hanno fatto una serie di scoperte e ritrovamenti che non si sarebbero mai aspettati e che vanno a ripagarli di tutti gli sforzi fatti fino ad ora.

Nella camera dei compressori, sono ancora presenti i basamenti degli stessi, insieme ad una cassa dell'esplosivo vuota ma perfettamente conservata.


Inoltrandoci ulteriormente troviamo, a testimoniare un epoca sopravvissuta solo in questi tunnel, carrelli minerari per il trasporto del prezioso minerale aurifero.
Uno di essi è in legno, ed appartenente ad un periodo storico ancora più antico.


E' stupefacente quanto sia ben conservato, probabilmente insieme a molti altri reperti verrà portato al museo dell'oro di Antrona per essere adeguatamente valorizzato.

Più avanti tubi, valvole in ottone, e binari, che passano vicini a fantastici blue hole, ci mostrano la via verso il cuore pulsante di queste montagne fino alla galleria da loro soprannominata "del minatore innamorato".

 


Li, sul fondo, le iniziali incise nella pietra "B(croce)E", vivranno per sempre.
 

 

 

Matteo Di Gioia

Underground Adventures Team

Pin It